Japonisme: immagini e letteratura tra ‘800 e ‘900

Stampae-mailPDF

Interventi di: Susanna Marino (docente di Lingua e istituzioni di cultura giapponese presso l’Università degli studi di Milano-Bicocca), Moira Luraschi (ricercatrice museo delle culture di Lugano) e Marco Taddei (docente di lingua e cultura giapponese all'Università di Bergamo).

Breve introduzione di Susanna Marino sullo japonisme.

Abstract intervento Luraschi: In Giappone il proliferare della cartolina illustrata (ehagaki) coincide con un particolare momento storico del paese: la Restaurazione Meiji (1868-1912), che permetterà al mondo di conoscere il paese dopo più di due secoli di isolamento. La cartolina illustrata giapponese, in tutte le sue molteplici forme, diventa non solo il veicolo di immagini del Giappone, ma anche di immaginari che si desiderava fornire agli stranieri e su cui si formeranno le idee, i sogni e le aspettative di questi a proposito del Giappone: da un lato la nazione moderna, dotata -ad esempio- di un sistema postale al pari delle altre nazioni; dall'altro il paese "da cartolina" appunto, fatto da donne in abiti come farfalle e da case in carta di riso e legno. Le cartoline giapponesi mostrano dunque le profonde contraddizioni del periodo Meiji e, grazie alla loro diffusione, contribuiscono a formare una determinata idea del Giappone.

Abstract intervento Taddei: Nell'Italia di fine secolo il Japonisme dilaga nei salotti aristocratici e della ricca borghesia soprattutto come moda d’arredo e abbigliamento. Non mancano tuttavia riflessi di quel gusto estetico anche nell'arte e nella letteratura. D'Annunzio ne intuisce le potenzialità e scrive Mandarina (1884) nel quale esprime al meglio il suo gusto japonisant. La fascinazione esercitata dal Giappone è percepibile anche nella vicenda drammatica raccontata da Emilio Salgari ne L'eroina di Port Arthur (1904), ambientata sul campo di battaglia del conflitto russo-giapponese.

Intermezzi: Letture dalle opere letterarie citate, proiezione delle cartoline della collezione privata ospitata dal Museo delle Culture di Lugano.

Indicheremo l'aula quanto prima, controlla prima dell'evento.

Data: 
Mercoledì, 9. Maggio 2018 - 18:00
Sede: 
Università di Milano Bicocca - Milano
Ciclo: 
I mille volti del Giappone: un percorso tra storia e immaginario
Relatori: 
Susanna Marino
Moira Luraschi
Marco Taddei
Area: 
Giappone